UNDER 15: AREZZO-RINASCITA DOCCIA 1-1

ACF Arezzo – Rinascita Doccia 1-1 (0-0/1-0/0-1)

Marcatori: Conti (Ar), Taccetti (RD)

Scontro diretto tra Arezzo e Rinascita Doccia, con entrambe le squadre a 21 punti, in palio ci sono ancora due posti per l’entrata nel girone primaverile “Elite”. Con Florentia e Fiorentina già sicure dell’ammissione ed il Castelfiorentino terza squadra ancora in corsa staccata di due punti, entrambe le formazioni in caso di vittoria avrebbero la matematica dalla loro parte. La gara termina però in parità la partita, 1-1 il risultato finale che lascia ancora tutto in sospeso con l’ultima giornata di campionato da disputare. Nella prima frazione di partita, condizionata da un forte vento, è l’Arezzo che prova a fare la gara, il Rinascita tiene bene il campo. Le ospiti, che giocano con il vento a favore, non corrono molti pericoli, chi sembra un po’ in difficoltà è sicuramente l’Arezzo, che deve raddoppiare le forze per creare azioni pericolose. Sono tanti i calci d’angolo conquistati dalle padrone di casa, ma nessuno porta a conclusioni pericolose. Ci prova l’Arezzo anche con tiri da fuori, ma anche in questo caso le amaranto sono imprecise e non mettono in difficoltà il portiere del Rinascita Magri. Nel secondo tempo, con il vento a favore, l’Arezzo cresce e mette sotto pressione l’avversario. Per tutti i venti minuti di gioco le amaranto chiudono il Rinascita nella propria metà campo, creano molte azioni goal, ed a metà tempo sbloccano il risultato: Cappetti riceve palla al limite dell’area, ma chiusa da un difensore è costretta a passare la palla a Conti, appostata fuori, il capitano calcia in corsa ed insacca nel secondo palo! Nei minuti restanti del secondo tempo l’Arezzo gestisce la palla cercando il raddoppio, ma il Rinascita è attento e mantiene il risultato sull’1-0. Nel terzo tempo la formazione ospite cerca di alzare il baricentro per trovare il pareggio, ma non riesce ad impensierire la difesa amaranto. Le padrone di casa cercano di attaccare gli spazi lasciati liberi dal Rinascita, ma non sfruttano le opportunità create. A metà del terzo tempo c’è il pareggio: su un disimpegno errato della difesa dell’Arezzo, il Rinascita conquista palla nella trequarti e lancia subito Taccetti appostata al limite. Un’indecisione in disimpegno favorisce la stessa Taccini che a porta vuota insacca per l’1-1. L’Arezzo non ci sta, e reagisce subito riuscendo a creare subito la palla per il 2-1, ma Bonini colpisce la palla di esterno e la sfera esce a lato. Nel minuto di recupero è ancora il Rinascita ad avere una ghiotta occasione con Marcianesi che sbaglia la rimessa in gioco su una punizione laterale, la palla finita nei piedi di Gallo viene subito mandata in area dove si accende una piccola mischia. Sulla conclusione di Taccetti, Manieri compie un autentico miracolo e con una gran parata evita la beffa per la sua squadra. Finisce quindi in parità, con l’Arezzo che gioca una buona gara, ma poteva sicuramente fare qualcosa in più. La Rinascita Doccia conferma di essere una buona squadra, tiene bene il campo, e riesce a sfruttare al meglio l’occasione avuta per portare a casa un punto, che non regala la matematica certezza dell’ammissione al girone “Elite”, ma tiene ancora in vita le speranze rossoblu. Stessa cosa per l’Arezzo, che dovrà sudarsi il punticino della matematica a Firenze contro la Fiorentina.