Si conclude la grande avventura delle cittine amaranto Under 17 alle Final Four Nazionali con il quarto posto conquistato.

Un risultato storico che rimarrà stampato negli annali della storia della Società amaranto.

Nonostante le due sconfitte rimediate c’è solo da applaudire queste ragazze per aver sfiorato la finale contro un’ottima Juventus (caduta solo ai supplementari con l’Inter per l’alloro di categoria) ed aver tenuto testa alla Roma, formazione dal vivaio florido che ogni hanno sforna talenti dal proprio settore giovanile.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE MASSIMO ANSELMI

Sono molto orgoglioso di questo finale di stagione disputato dall’Under 17, di fatto un premio a tutto il settore giovanile. Il bilancio delle cittine amaranto è sicuramente eccellente perchè hanno raggiunto grandi risultati in ogni categoria: la Primavera disputerà anche il prossimo anno il campionato Primavera 1, l’U17 è arrivata tra le prime 4 d’Italia, l’Under 15 ha avuto una crescita esponenziale vincendo anche la Coppa Toscana in finale con la Fiorentina. 

Un plauso alle più piccole Under 12 e Under 10 che stanno creando futuro oltre alle vittorie nei tornei di categoria. 

Il dato più importante è rappresentato proprio da loro: 14 bambine hanno iniziato a giocare a calcio e lo hanno fatto indossando la maglia dell’Arezzo. Una grande soddisfazione. 

Alle cittine del nostro settore giovanile dico solo: si vince, si perde, si cresce.

LE PAROLE DI MISTER DANI

Fiero delle proprie ragazze anche il tecnico dell’Arezzo femminile, Giacomo Dani: “A settembre non potevamo nemmeno immaginare di arrivare fino a qui. Al di là dei risultati maturati qui nelle Marche, ce la siamo anche giocata contro queste big; le ragazze devono essere davvero orgogliose di quello che hanno fatto. La soddisfazione è aver dato tutto quello che avevamo”

LA CRONACA DEL MATCH. È il gran caldo il protagonista della mattinata a Casette d’Ete. Ma nonostante la temperatura elevata, il ritmo fin dalle prime battute di gioco è abbastanza elevato e gradevole, con la contesa che si sblocca già al 14’. Una verticalizzazione improvvisa giallorossa, dopo un recupero a metà campo, porta Mascenti a presentarsi nell’area avversaria: Gradolone non calcola bene i tempi dell’uscita e travolge la numero 9 romanista. Dal dischetto Noce è fredda e spiazza l’estremo difensore avversario per l’1-0.

In tribuna, ad assistere alla sfida con la bandiera giallorossa in mano, anche l’ex difensore della Roma, Philippe Mexes. Passato il cooling break sotto il sole cocente e appena dopo la mezz’ora di gioco, Di Riso prova la conclusione dalla distanza: il pallone sfugge dalle mani del portiere aretino e si insacca beffardo per il raddoppio giallorosso. La numero 10 della Roma prova a illuminare la manovra e tenta ancora il jolly dalla distanza, chiamando questa volta Gradolone alla presa plastica, mentre sull’altro versante il tecnico Dani prova a dare una sterzata al match inserendo Torres – già autrice di una rete nella semifinale contro la Juventus – e Rossi poco prima dell’intervallo.

La ripresa si apre con una magia di Esposito, che da appena dentro l’area si inventa un tocco morbido sul secondo palo che si insacca preciso e spettacolare per il 3-0. La partita sembra trascinarsi stancamente, fino a quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo a sei minuti dal novantesimo, Rossi risolve una mischia ridando speranze alle sue compagne con il gol del 3-1. Gli ultimi minuti vivono così sui tentativi toscani di rendere ancora più infiammato il finale, fino a che, al quarto minuto di recupero, la neoentrata Sena firma il gol del definitivo 4-1 chiudendo di fatto la contesa.

ROMA-AREZZO FEMMINILE 4-1 (2-0 pt)

ROMA: Camplone (35’st Diana); Terlizzi (9’st Cacace), Di Girolamo, Noce (30’st Carosi), Fagiani (38’st Cornacchia); Cherubini (10’st Aulicino), Esposito (22’st Sena); Roselli (1’st Andreangeli), Di Riso, Parente; Mascenti. A disp.: Lima, Ieva. All.: Di Martino

AREZZO FEMMINILE: Gradolone; Bolognesi (41’st Pierini), Buono (22’st Minciotti), Moretti, Arena; Biani, Lelli (45’pt Rossi), Borgogni (10’st Tolomei), Galeotti (40’pt Torres); Misceo (38’st Morato R.); Rosso (1’st Nasoni). A disp.: Cardarelli, Tomassini. All.: Dani.

Arbitro: Savatori (sez. Macerata). Assistenti: Aureli (San Benedetto) e Raschiatore (San Benedetto)

Reti: 14’pt Noce su rig., 32’pt Di Riso, 4’st Esposito, 39’st Rossi, 49’st Sena

Note: ammonite Camplone, Borgogni, Parente, Minciotti. Recupero: 4’pt, 8’st